Il Crotone inizia a pianificare la nuova stagione, la seconda consecutiva nella massima serie. Il direttore sportivo dei rossoblu Raffaele Vrenna sta lavorando alacremente per rinforzare una squadra già capace, seppur in extremis, a conquistare un'insperata salvezza, ottenendo risultati anche contro squadre di un certo prestigio (allo SCida sono cadute Inter, Lazio, Sampdoria e Udinese fra tutte, senza contare l'1-1 di San Siro contro il Milan). Ed i primi annunci sono arrivati nella giornata odierna: il rinnovo del tecnico della salvezza Davide Nicola ed il ritorno di un artefice della promozione come Ante Budimir.

Ottimismo in casa calabrese. Rispetto a gennaio, quando con una classifica deficitaria pochi calciatori sembravano interessati ad arrivare a Crotone, stavolta il morale è decisamente più alto, come spiegato dal direttore generale Vrenna. "Stiamo creando la struttura base della squadra. Abbiamo parlato con il mister Nicola che resterà con noi anche per il prossimo anno ed appena completerà il suo viaggio in bici ci incontreremo per mettere a punto i particolari per la squadra", ha spiegato Vrenna.

Budimir pronto al rientro. Gran protagonista della promozione in Serie A nel 2015/2016, il croato tornerà dalla sua esperienza alla Sampdoria, dove ha collezionato appena dieci presenze senza marcare reti. Pagato 1,8 milioni dai blucerchiati l'estate scorsa, Budimir tornerà in Calabria in prestito oneroso (200mila euro) con obbligo di riscatto, firmando un triennale con il Crotone. Si lavora anche alla conferma di Trotta, arrivato in prestito dal Sassuolo, e soprattutto per i giovani Pinamonti e Bakayoko dell'Inter. Niente da fare per Puscas, che resterà al Benevento, mentre si avvicina Marko Petkovic, venticinquenne della Stella Rossa per il quale ci sarebbe già un accordo di massima.