Paulo Dybala non andrà al Barcellona per volontà dello stesso club catalano che ha visto nella Joya argentina un ‘doppione' di Lionel Messi. Insomma, la Juventus può dormire serenamente perché a non pretendere il suo campione è la stessa società orfana di Neymar. Una garanzia assoluta che nessun altro avrebbe potuto dare ad Allegri e alla dirigenza. Così, il novello numero 10 bianconero potrà concentrarsi alla imminente Supercoppa contro la Lazio.

Contatto Barça-Dybala.

Il Barcellona ha pensato a Paulo Dybala per il dopo Neymar. Un interesse motivano nel trovare subito un nuovo campione da dare in pasto ai propri tifosi che si sono sentiti traditi dal brasiliano. Tra questi, anche la Joya, virgulto bianconero pronto a sbocciare definitivamente. I contatti sono intercorsi, ci sarebbe stata anche una telefonata tra Robert Fernandez e la Joya. Il ‘Mundo Deportivo' rivela anche questo particolare, con il direttore sportivo azulgrana che ha salutato l'argentino e gli ha spiegato perché non andrà – al momento – al Barcellona: è la fotocopia di Messi.

Dybala come Messi.

Dybala uguale a Messi, dunque, almeno per il mondo calatano. Mentre la Pulga miete successi, allori di squadra e personali e la Joya sta a guardare, per la dirigenza del Barça uno vale l'altro, almeno sul piano tecnico e ciò avrebbe creato più di un problema per Valverde. Entrambi mancini, entrambi rifinitori di lusso, entrambi innamorati del pallone. Entrambi, però, argentini e in nazionale hanno spesso giocato insieme non creandosi problemi clamorosi.

Finchè c'è Messi, Dybala resta bianconero.

Forse Sampaoli è stato più lungimirante di Valverde, forse a Barcellona non vogliono correre rischi nell'offuscare anche di poco la stella di Leo. Così Paulo resterà in bianconero, almeno finchè la Pulga non deciderà di smettere o di cambiare casacca. Allora sì', per la Juventus potrebbero presentarsi tempi duri nel calciomercato.