A poche ore dalla conclusione del mercato invernale, dalla Francia rimbalza una notizia drammatica che riguarda il centrocampista del Bordeaux Gregory Sertic. Cresciuto nella scuola calcio del club girondino, il 27enne centrocampista di origine croata è stato infatti minacciato di morte dai suoi stessi tifosi attraverso deliranti messaggi arrivati a lui e alla sua compagna. L'episodio che ha scatenato la parte più dura della tifoseria del Bordeaux, è stata la decisione di Sertic di non accettare le proposte di rinnovo del club (il contratto gli scadrà nella prossima estate) e di aver trovato, invece, un accordo per il passaggio all'Olympique Marsiglia di Rudi Garcia. Una scelta legittima, che però non è andata a genio alla frangia più estrema degli ultrà locali. Nei giorni scorsi Sertic ha così ricevuto una lettera con minacce di morte e si è visto intasare i suoi profili social (e quelli della sua fidanzata) di messaggi deliranti.

Il giocatore sotto scorta.

Una situazione rovente che, come ha spiegato il quotidiano locale "Sud-Ouest", ha convinto la dirigenza del Bordeaux a far mettere sotto protezione il giocatore dalla Polizia. In occasione della partenza per Nancy, dove con Sertic in panchina il Bordeaux ha giocato e vinto 2-0, due membri della sicurezza del club hanno seguito e scortato la compagna del giocatore nel tragitto dall'aeroporto a casa, e assicurato la protezione dell'abitazione durante la trasferta di Sertic con la squadra. Tornato a Bordeaux dopo l'esperienza a Lens, il centrocampista ha giocato più di 130 partite con i girondini arrivando ad essere uno dei beniamini dello stadio "Matmut-Atlantique". Questo almeno fino a qualche giorno fa, quando la voce di un suo possibile trasferimento ai rivali del Marsiglia ha innescato questa spirale di violenza e di odio nei suoi confronti.