Mano pesante, anzi pesantissima dell’Uefa nei confronti di Besiktas e Lione. Il massimo organo calcistico europeo ha deciso di sanzionare in maniera esemplare i due club dopo gli scontri tra le tifoserie andati in scena in occasione del confronto valido per l’andata dei quarti di finale di Europa League. Sia il Besiktas che il Lione sono stati esclusi dalla prossima competizione europea a cui si qualificheranno in campo.

in foto: Un'immagine degli scontri del match tra Lione e Besiktas

Un provvedimento adottato con due anni di condizionale, il che significa che la pena è al momento sospesa per un periodo probatorio di due anni. Diventerà effettiva se nei prossimi due anni dovessero verificarsi nuovi episodi di violenza. Come se non bastasse entrambe le società sono state sanzionate con una multa di 100mila euro

Una serata di follia quella del Parc Olympique Lyonnais dello scorso giovedì. Le due tifoserie sono entrate in rotta di collisione sia all’esterno che all’interno dello stadio. E’ proprio quanto accaduto all’interno della struttura ha letteralmente fatto il giro del mondo, sollevando l’indignazione collettiva. I sostenitori del Lione infatti sono stati costretti a riversarsi sul terreno di gioco per sfuggire alla violenza, e al lancio di oggetti contundenti e petardi.

Una situazione che ha provocato lo slittamento del match di circa 45’ con la polizia che ha dovuto fare gli straordinari per riportare la situazione alla normalità. Il match poi non ha lesinato emozioni e colpi di scena con i padroni di casa che sotto di un gol fino all’83’ sono riusciti a ribaltare il risultato imponendosi per 2-1. Misure di sicurezza notevoli in vista del match di ritorno in cui se dovessero verificarsi nuovi episodi di violenza le due squadre andrebbero incontro alla squalifica che si concretizzerebbe.