A quarant’anni inizia una nuova vita Hasan Salihamidzic. L’ex calciatore bosniaco da oggi è il nuovo direttore sportivo del Bayern Monaco, con cui ha firmato un contratto fino al 2020. L’annuncio è stato dato dal club bavarese sui propri profili social, mentre Salihamidzic, che per nove stagioni ha militato con la squadra più titolata di Germania, in conferenza stampa ha detto: “Il Bayern è un club molto speciale e non ci ho pensato due volte prima di accettare. Svolgerò questo nuovo incarico con la voglia e la grinta che hanno contraddistinto la mia carriera da giocatore: darò tutto”.

Salihamdzic ha vinto anche la Champions League con il Bayern Monaco.

Il club bavarese storicamente nei ruoli dirigenziali principali ha sempre avuto tanti grandi ex calciatori. Beckenbauer per anni ha fatto parte della società, come Hoeness, mentre l’a.d. del club è il grande Rummenigge. Ora tocca a ‘Brazzo’ Salihamidzic che tra il 1998 e il 2007 ha disputato più di 350 partite con il Bayern Monaco, con cui ha realizzato 45 gol. In quegli anni Salihamidzic ha conquistato ben 16 trofei: 4 i successi in Bundesliga. Beniamino dei tifosi il bosniaco ha vinto la Champions League nel 2001, in una interminabile finale con il Valencia, e la Coppa Intercontinentale.

Brazzo: la Juve, la tv e le statuette.

Dopo aver lasciato il Bayern, per quattro stagioni ‘Brazzo’ ha giocato con la Juventus. Anche dei tifosi bianconeri è diventato un idolo. Quando ha lasciato la Serie A è passato al Wolfsburg con cui ha disputato la sua ultima stagione da professionista. Negli ultimi anni l’ex calciatore dopo essere diventato un commentatore televisivo è diventato un piccolo imprenditore. Salihamidzic ha avuto grande successo creando statuette in miniatura che rappresentano nei minimi dettagli i calciatori del Bayern Monaco. Ora lascerà ai suoi soci quest’attività e tornerà a tutti gli effetti nel mondo del calcio.