Ha incassato 222 milioni di euro dalla cessione di Neymar il Barcellona, ma nonostante abbia una disponibilità economica impressionante il club catalano non riesce a trovare un degno sostituto del brasiliano. Il Liverpool ha rifiutato un’offerta di 100 milioni di euro per Coutinho, che comunque non è stato convocato per il primo match di Premier League con il Watford dei Reds, e allora resta viva la speranza. Situazione simile per Dybala, a cui la Juventus ha affidato la maglia numero 10. Adesso in pole position per giocare al fianco di Suarez e Messi ci sono Eriksen e Insigne, più defilato Dembelé.

Dybala sempre nel mirino del Barcellona.

La Juventus ha assegnato il numero 10 a Dybala e in questo modo ha suggellato il rapporto con l’argentino, ma il Barcellona non demorde. I 120 milioni di euro richiesti dai bianconeri non spaventano, anche se nella trattativa potrebbero essere inseriti giocatori graditi ad Allegri come i centrocampisti André Gomes e Rakitic, ma anche Rafinha. Messi, che ha una grande stima de ‘La Joya’, starebbe spingendo con la società per portare in blaugrana Dybala.

Eriksen e Insigne obiettivi di mercato del Barcellona.

Più che Dybala forse ai catalani servirebbe un attaccante esterno e nel mirino ci sarebbe Lorenzo Insigne, blindato dal Napoli con un lungo e ricco contratto firmato lo scorso aprile, e soprattutto il danese del Tottenham Christian Eriksen, cresciuto in modo impressionante negli ultimi anni con Pochettino, un tecnico che predilige uno stile di gioco molto simile a quello del Barcellona.

Coutinho e Dembelé le prime scelte del Barcellona.

La pista Coutinho è ufficialmente chiusa, ma la mancata convocazione per la sfida con il Watford riapre una porticina per l’ex nerazzurro. Nel mirino c’è sempre Dembelé, che un paio di giorni fa era diventato introvabile dal suo club di appartenenza il Borussia Dortmund.