É ancora tutto in ballo nella Liga e in Champions League, ma Barcellona e Real Madrid già programmano il prossimo pre-campionato e per la seconda volta nella propria storia queste due squadre si affronteranno fuori dalla Spagna. Nell’International Champions Cup a Miami il prossimo 29 luglio alle 19.30 (l’1.30 ora italiana) infatti nell’Hard Rock Stadium andrà in scena il ‘Clasico’, che nelle intenzioni degli organizzatori sarà una sorta di Super Bowl calcistico.

“Il clasico è una guerra” – Il grande evento è stato presentato oggi a Miami dove, assieme alle stelle della NFL Dan Marino e Ndamukong Sug, c’erano grandi glori del passato di entrambe le squadre come Roberto Carlos, Emilio Butragueno, Hristo Stoichkov e Ivan Zamorano, che hanno affiancato Stefan Ross, magnate del settore immobiliare e presidente dei Miami Dolphins che ha detto: “Per me questo è un sogno che diventa realtà. La miglior partita che si possa vedere: ogni Clasico è una guerra e il solo confronto tra Messi e Cristiano Ronaldo è sufficiente per spiegarlo”.

Un precedente all’estero – Sarà storica questa partita perché solo una volta Barcellona e Real Madrid si sono affrontate al di fuori del proprio paese. L’unico precedente è datato 1982, si giocò in Venezuela in occasione della finale per il terzo posto della ‘Copa Presidente della Repubblica del Venezuela’ (in finale andarono Inter e Porto). Finì 1-0 per il Real, segnò Vicente Del Bosque, poi grande allenatore del Real e della Spagna.

Esosi – I biglietti costeranno parecchio. Tra i 65mila in vendita quelli più economici dovrebbero aggirarsi sui 187 euro, mentre i più esosi riservati per i posti vip arriveranno a 935 euro. La prevendita inizierà venerdì 17 marzo, mentre la vendita libera partirà lunedì 20. Gli americani valutano tanto i ticket perché vogliono far diventare questa sfida un vero e proprio SuperBowl calcistico, che sarà anticipato anche da alcuni grandi eventi, come l’esibizione del cantante rap Flo Rida.

La gaffe – Nella conferenza stampa hanno parlato il ‘Buitre’, direttore delle relazioni istituzionali del Real Madrid che ha dichiarato: “Questa partita è il simbolo di uno sport senza frontiere. Real Madrid-Barcellona è la partita più speciale che qualunque appassionato possa vedere”. Simili parole ha riferito il vicepresidente catalano Manuel Arroyo. L’ex Pallone d’Oro Stoichkov invece con il microfono aperto ha detto qualcosa di poco oxfordiano: “Tanto coloquio…Para mi…Su p…a madre”, che tradotto significa: “Quante parole di me..a”. Forse il bulgaro si riferiva alle solite amenità o magari si era annoiato.