Il Barcellona è chiamato all'ennesima impresa stagionale in Champions League per frenare la voglia matta della Juventus di semifinale. Il 3-0 dello JStadium pesa come un macigno sulle gambe di Leo Messi e compagni. Ma i catalani non sono i soli a dover sperare in una notte magica che permetta ‘remuntade' d'altri tempi. C'è il Borussia Dortmund che deve fare visita al Monaco di Mbappè e Falcao per ribaltare il rocambolesco 3-2 dell'andata o il Bayern Monaco di Ancelotti che nella ‘sua' Madrid dovrà cercare l'impresa per poter proseguire dopo il 2-1 subito all'Allianz Arena. Ma la Champions League è ricca di episodi in cui i pronostici sono stati ribaltati in 90 o in 180 minuti.

Barcellona e il 6-1 – Se pensiamo alla attuale Champions League tutti hanno ancora impresso negli occhi i catalani sconfitti 4-0 a Parigi, all'andata, e poi l'epica rimonta al Camp Nou con un 6-1 maturato nei cinque minuti di recupero con tre gol pesantissimi che hanno regalato a Messi e compagni la qualificazione ai quarti. Una impresa incredibile, unica in Europa, un successo in cui ci credeva Luis Enrique alla vigilia, tanto da dire "faremo sei gol". Adesso, sulla carta, il Barcellona deve recuperare solamente tre gol, ma l'avversario è di tutt'altra caratura e soprattutto è una squadra italiana – la migliore – pronta ad adattarsi sull'avversario senza commettere gli errori francesi del difendersi e attendere.

Liverpool, re di rimonte – Ma se restiamo legati all'Italia, la madre di tutte le rimonte, l'abbiamo subita noi. Per merito del Liverpool di Benitez, in quella notte di Istambul che i tifosi rossoneri non hanno ancora  – e mai lo faranno – dimenticato. Liverpool che anche in tempi più recenti è stato autore di una rimonta incredibile, l'anno scorso ribaltando la situazione contro il Borussia Dortmund, da 3-1 a 4-3, negli ultimi venti minuti di gioco con il gol vittoria siglato al 91′, conquistando l'accesso alle semifinali di Europa League.

La notte di Istanbul – La serata da incubo del Milan a Istanbul nella finalissima Champions 2004-2005 è però monito a tutti. Dopo i primi 45′ gestiti al meglio dalla squadra guidata da Ancelotti, in vantaggio 3-0, nella ripresa accade l'incredibile: il gol di Maldini e la doppietta di Crespo vengono pareggiati in soli sette minuti da Gerrard, Smicer e Xabi Alonso. Ai rigori vincono i Reds di Rafa Benitez che alzano la coppa al termine della rimonta più incredibile – anche per il peso specifico della gara – della storia del calcio.

Il Manchester nella finale '99 – Gli inglesi però hanno anche un altro club capace di imprese storiche: il Manchester United che sul Bayern Monaco, in finale, il 26 maggio del '99, al Camp Nou di Barcellona, conquistò la Champions League dopo essere andati sotto di un gol con Basler e ribaltando il risultato con Sheringham al 90′ e Solskjaer al 91′ per un'altra vittoria in rimonta davvero pazzesca.