Ancora poche ore è sul cielo di Barcellona sarà visibile la fumata bianca. Come riportato dai quotidiani spagnoli, il presidente del club blaugrana avrebbe deciso a chi affidare la squadra al termine di questa stagione. Ad ereditare il testimone dal dimissionario Luis Enrique, sarà Juan Carlos Unzué Labiano: ex portiere del Barça nella fine degli anni '80 e oggi assistente dell'attuale mister blaugrana.

Dopo aver concluso la sua carriera da giocatore ed esser rientrato a Barcellona come preparatore dei portieri, Juan Carlos Unzué ha lavorato in passato nello staff di Frank Rijkaard e più recentemente con Luis Enrique sin dall'arrivo dell'ex allenatore di Roma e Celta Vigo. La scelta del presidente Bartomeu di affidare il ruolo tanto delicato ad un componente "interno" dello staff di Luis Enrique, è stata valutata da tuttas la dirigenza catalana che, successivamente, avrebbe dato il suo benestare.

Unzué sorpassa Allegri.

La comunicazione ufficiale dovrebbe dunque arrivare a breve: secondo la stampa spagnola, addirittura nelle prossime ore. La scelta abbastanza clamorosa di affidare ad Unzué la guida della squadra, ha inevitabilmente fatto cadere la lunga lista di pretendenti al "trono" di Luis Enrique. Tra di loro, oltre a quello che pareva il favorito (ovvero: Valverde), figuravano anche i nomi di Sampaoli, Koeman, de Boer e dello stesso Massimiliano Allegri: ancora indeciso se rimanere alla Juventus o tentare l'avventura in una squadra straniera.

Dopo l'annuncio ufficiale, per il 49enne tecnico di Pamplona arriverà a breve anche il momento di pianificare la prossima campagna estiva. Il nome che sta circolando nelle ultime ore a Barcellona, è quello di Marco Verratti. Anche per l'abruzzese, il patron Bartomeu pare pronto ad investire una cifra astronomica: settanta milioni di euro.