Deniz Aytekin rischia la sospensione dopo l'arbitraggio del ritorno degli ottavi di finale tra Barcellona e Paris Saint-Germain. Il fischietto tedesco è finito sotto la lente d'ingrandimento del capo designatore Uefa, Pierluigi Collina, che non avrebbe gradito la direzione del fischietto tedesco al Nou Camp e adesso Aytekin rischia di non arbitrare più altre partite di Champions League fino alla fine della stagione. A riportarlo è il quotidiano spagnolo Marca.

L'ex arbitro italiano ha sul tavolo il dossier del delegato arbitrale e sta valutando la possibile esclusione ma le decisioni ufficiali non saranno rese pubbliche. Le polemiche sull'arbitraggio di Aytekin sono state una piccola parte del post gara tra i catalani e i transalpini e soprattutto Unai Emery, tecnico del PSG, ha puntato il dito contro il fischietto tedesco nelle dichiarazioni dopo il 90′

Perché abbiamo perso così questa sera? Per tre motivi. Primo, perché i nostri giocatori sono mancati di personalità in alcuni momenti della partita, secondo per le decisioni arbitrali, come i due rigori, e terzo, per l'avversario che avevamo di fronte.

Quello che ha fatto più discutere della direzione di gara è stata l'assegnazione del secondo rigore per il Barcellona che ha portato i blaugrana sul 5-1 e dato consapevolezza alla "remuntada" che ha fatto esplodere di gioia la città spagnola. I transalpini non hanno cercato alibi nella direzione di gara ma non hanno mancato di far notare la non concessione di un calcio di rigore su Angel Di Maria sul risultato di 3-1. L'ultima decisione spetta a Pierluigi Collina. Ne sapremo di più nei prossimi giorni.