Francesco Totti lascerà il calcio, italiano sicuramente. Il 10 giallorosso oramai è ai titoli di coda per questa stagione che sarà l'ultima. Poi, forse, un futuro da dirigente, dietro la scrivania della Roma o una avventura lontano dall'Italia, a Miami ad esempio dove sarebbe stato chiamato dall'amico Alessandro Nesta. Una verità che si conoscerà solamente fra una settimana quando a stagione conclusa il ‘Pupone' deciderà il suo destino e lo condividerà con tutti. Intanto si sprecano le parole di elogio verso Totti da parte del calcio e dei suoi protagonisti. Le ultime sono giunte da Diego Armando Maradona in persona. Il fuoriclasse argentino ha usato parole straordinarie nel confronti del capitano della Roma.

Tributi e onori – Anche El Pibe gli ha reso omaggio, via social network, decretando la grandezza massima di Francesco Totti. Un caloroso saluto dell'asso argentino che rappresenta il fiore all'occhiello tra i tantissimi attestati di stima giunti in queste settimane al capitano giallorosso. Tutti hanno voluto partecipare tra foto, video, dichiarazioni, ricordi. Da quando si è vociferato di un addio a fine stagione, poi confermato trasversalmente dalle dichiarazioni dei diretti interessati – tranne Totti – è scaturito un movimento spontaneo di ovazione verso uno dei calciatori più forti degli ultimi quindici anni a livello internazionale.

Il Re di Roma – Mentre la società sta preparando la grande festa nel giorno della gara con il Genoa allo stadio Olimpico, che è andato tutto esaurito in pochissime ore, c'è chi non manca dunque di tributare a Totti il massimo onore. L'omaggio che viene direttamente da Diego Armando Maradona è infatti indubbiamente di quelli da tenere impressi nella mente e nel cuore: "Francesco Totti re di Roma! E' e sara' il miglior giocatore che abbia visto in vita mia! #Rispetto". Maradona e Totti avevano avuto modo di giocare insieme, in esibizione, alla partita della Pace, giocata allo stadio Olimpico nello scorso mese di ottobre. Occasione che aveva permesso ai due di stringere ancor più la propria amicizia.