La Cina che avanza. Il calcio italiano apre le porte e l'Asia ne approfitta entrando dall'uscio principale. Così dopo Milan e Inter c'è anche un terzo club che è pronto ad abbracciare gli yen che arrivano da lontano: il Parma Calcio. L'ultima indiscrezione arriva proprio dal club gialloblù fallito tre anni fa: si tratterebbe di Jiang Lizhang, uomo d’affari cinese, proprietario dell’agenzia di marketing Desport, che detiene la proprietà del Granada e sta per acquisire il controllo del Crystal Palace.

Trattativa conclusa – Anche il Parma dunque finisce ai cinesi che ne prenderanno la proprietà e proveranno a rilanciare una società finita nella periferia del calcio che conta dopo il fallimento e il crack finanziario. La trattativa per la cessione del pacchetto di maggioranza è ormai in dirittura d’arrivo, anche se è stata condotta con la massima discrezione. L’annuncio verrà dato soltanto al termine dei playoff di Lega Pro che vedono la squadra emiliana impegnata dai quarti di finale.

Lizhang al 60% – L'entrata dei cinesi nella proprietà porta gli imprenditori del territorio che due anni fa avevano fatto rinascere il club dopo il fallimento della gestione Ghirardi, a fare un passo indietro. Ma resteranno in qualità di azionisti di minoranza e lasceranno spazio a Jiang Lizhang, uomo d’affari cinese, proprietario dell’agenzia di marketing Desport, che detiene già la proprietà del Granada e sta per acquisire il controllo del Crystal Palace. L’investimento di Lizhang è importante: nei prossimi due anni sarà di 10 milioni di euro con una quota iniziale del 60 per cento, ma il suo obiettivo nel tempo è quello di avere il 90 per cento

Giovani, Crespo e la Serie A – Il progetto è ambizioso, il modello è quello dell'Atalanta: giovani di prospettiva, spese calmierate e un attento lavoro sul vivaio. Presidente sarà lo stesso Lizhang che però potrebbe circondarsi di persone da sempre vicino al Parma, come Hernan Crespo che riceverebbe la poltrona di vicepresidente esecutivo con intervento nell'area tecnica. Con il sogno di riportare il Parma entro cinque anni di nuovo in Serie A.