Il grande amore tra il Manchester City e il "Kun" Aguero sembra arrivato alla fine. A pochi giorni da San Valentino, l'attaccante argentino ha capito che in questo squadra, dopo l'avvento di Gabriel Jesus, c'è sempre meno spazio per lui. Dopo la sfida contro lo Swansea, risolta da una doppietta del brasiliano, il nazionale albiceleste ha commentato la sua seconda panchina consecutiva e le voci che lo vorrebbero lontano da Manchester: "Il mio futuro? Vedremo cosa vorrà fare il club, dipende da loro – ha spiegato l'argentino ai giornalisti inglesi – Sarà il Manchester City a dovermi dire se c’è posto qui per me o no. Fosse per me io rimarrei, ma non dipende da me". In rotta di collisione con pep Guardiola, ad Aguero non rimane altro da fare che aiutare la squadra: "Nei prossimi mesi dovrò cercare di aiutare i miei compagni a dare il meglio. Quando sei in panchina devi aspettare la tua opportunità. Io penso a dare il massimo, poi vedremo cosa accadrà".

Il sogno di Suning.

Nonostante le recenti dichiarazioni del tecnico spagnolo ("E' impensabile andare avanti senza Aguero"), l'idea che l'attaccante lasci l'Inghilterra non è più solo un'utopia. Secondo i tabloid britannici, il giocatore potrebbe davvero partire e magari accettare la corte serrata che gli sta facendo l'Inter del gruppo Suning. La società nerazzurra sembra, infatti in pole position per aggiudicarsi Aguero che, a Milano, formerebbe una coppia esplosiva con il connazionale Mauro Icardi. le indiscrezioni rilanciate dai giornalisti inglesi, parlano addirittura di una base di trattativa già individuata dal club milanese: pronto ad offrire alla stella del Manchester City un ingaggio di circa 350 mila euro a settimana, all’anno quasi 17 milioni lordi. Sognare non costa nulla dalle parti di Milano. Ora spetterà al City decidere cosa fare del suo attaccante.