Poteva essere uno dei tanti e invece la storia ha raccontato una favola diversa. Il 28 giugno del 2007 Marek Hamšík diventava un giocatore del Napoli. Da allora sono passati dieci anni esatti  e  per "Marekiaro" oggi il presente e il futuro sono ancora tinti d'azzurro. E' il capitano e la bandiera del Napoli e si appresta a giocarsi le ultime carte per poter conquistare qualcosa di importante, a suon di primati che lo immortalano come l'ultima bandiera di un calcio che non guarda più in faccia nessuno.

10 anni d'amore – Hamsik è tutto e di più: è l'ultimo dei Tre Tenori ma è anche il Capitano, un centrocampista che ha imparato a giocare e a migliorarsi sotto il Vesuvio, grazie alla gente di Napoli. Ha saputo conquistare la piazza con dedizione, serietà, professionismo. Senza clamori ma sempre con le idee chiare: quelle di restare malgrado tutto e tutti sotto i colori azzurri. Era il 28 giugno 2007 quando il giovane centrocampista slovacco di belle speranze si presentava al San Paolo proveniente dal Brescia. Nessuno avrebbe immaginato che stava nascendo una piccola leggenda.

Il mito di ‘Marekiaro' – Da allora sono passati dieci anni esatti e quel giocatore magro, veloce, un po' spaesato, ha preso confidenza, si è imposto stagione dopo stagione tra campo, tribune e spogliatoi. Ha superato estati e inverni difficili, ha visto passare al suo fianco campioni che non hanno saputo trattenere la voglia di vincere altrove. E così si è trasformato in un punto fermo  per i tifosi partenopei, per i quali è diventato semplicemente "Marekiaro", l'uomo che porta al braccio la fascia di capitanoe che di questo Napoli rappresenta l'anima.

L'ultimo sigillo, record di gol – In dieci anni Hamšík è rimasto un punto fermo, anche quando le sirene di mercato suonavano forti e i procuratori del momento lo chiamavano a suon di milioni altrove. Marek ha sempre preferito Napoli e il Napoli saldando le sue radici calcistiche e non solo all'ombra del Vesuvio, rinnovando il proprio amore di mercato in mercato e ripagando il popolo azzurro a suon di prestazioni esaltanti e gol. E di gol si deve anche parlare quando si descrive Hamsik che, grazie ai 15 gol realizzati nella stagione 2016/17 fra tutte le competizioni, è salito a quota 113 reti segnate con la maglia del Napoli, a due passi da Maradona, leader indiscusso per anni.